... in frac

... in frac

lunedì 22 luglio 2013

senzauntitolo.

Mio padre qualche giorno fa: "Dov'è finita la mia cara, dolce e delicata figliuola? Perché sei così volgare?", e dall'alto della mia acidità ho risposto: "Sono lesbica."
Ovviamente non ha senso come risposta, per questo voglio sfatare questo mito delle lesbiche maschie e degli omosessuali femmini.
(Sento già la tensione dell'argomento...)
Sì, ho un modo di fare piuttosto rude, sì, vesto spesso e volentieri come un indiano per potermi sedere a gambe aperte, sì, sono stata scambiata per questo mio modo di comportarmi per una lesbica.
Il che non mi dispiace, ma onestamente io sono un nero gay mancato.

(Sbaglio o la vena razzista si taglia con un grissino?!)

Concludiamo in fretta questo inutile ed ovvio post dicendo: anche le lesbiche sono delicate come pulzelle che raccolgono margherite e anche gli omosessuali sono uomini che guardano film d'azione.


Poi ci sto io, che sono un ibrido.


Lady H.


mercoledì 17 luglio 2013

disumano.

Odio l'Estate.
Ibernatemi, svegliatemi a Settembre, come dice qualcuno.
Anzi a fine Novembre, meglio.

Nessuna reazione. bestemmie. ambulanza. lacrime. silenzio. attesa. ospedali. radiazioni. occhi spaventati. pastina scotta. pollo insipido. sedie. lamenti. libro. opinioni. risultati. buone notizie. cattive notizie. speranza. specialisti. trasferimenti. riabilitazione. speranza. silenzio. abitudine. aiuto. sorrisi. stanchezza. abbracci. foto. trasferimento. odore. confusione. nessuna reazione. speranza. ricaduta. trasferimento. analisi. trasferimento. odore. 21 baci. speranza. ricaduta. trasferimento. sorriso. reazione. speranza. sorrisi. comprensione. dolcini. piaghe. morbidezza. finestre. vento. sole sulla pelle. ricaduta. arresto. trasferimento. attesa. cattive notizie. succo gastrico. sangue. occhi pieni di terrore. lacrime. spasmi. nessun senso. mi vuoi bene? ti tengo la mano. nessuna speranza. nessun passato. mi vuoi bene? freddo. vuoto.

Odio l'Estate.
Perché il mio vuoto si riempirebbe solo di ricordi, ferite in putrefazione.

Sì.


Lady H.




venerdì 5 luglio 2013

reini mud.

Un lampo.
Un tuono.
I vetri sopra la sua testa che tremano.
Gocce.

Si mise a sedere sul letto e stette a guardare fuori la luce del lampione frammentata dalla pioggia.
Adorava gli acquazzoni estivi.
Adorava il riflesso dell'acqua, che scivolava sui vetri, sulla sua pelle.
Un tatuaggio eterno che lavava via ogni imperfezione, ogni timore, ogni ostacolo.

Allungò la mano verso il suo corpo nudo fino a creare un'ombra su di esso.
Un'ombra labile, che al sorgere del sole lascia il posto alla luce che asciuga tutto, anche i ricordi.

Anche gli occhi.



Lady H.


lunedì 1 luglio 2013

the drowned girl.

I problemi, lo stress, le assenze, i traslochi, gli esami, la gente sbagliata, le pressioni…
Sono queste le cose che rendono vissuta l’esistenza di una persona, che fanno riflettere, che rendono interessanti i post nei blog.

Perché, diciamolo, il detto: “mal comune mezzo gaudio” è la filosofia di vita del XXI secolo.

Poi però un tale ti abbraccia forte, ti bacia, ti sussurra all’orecchio quello che vorresti sentirti dire e le persone smettono di comprenderti.
(hallelujah) 
E i post smettono di “brillare” d’arguzia, perché sei in pace con te stessa.


Al momento.
A tratti.
AH.



Lady H.